Vacanza ai Caraibi in barca a vela: istruzioni per l’uso

Vacanza ai Caraibi in barca a vela: istruzioni per l’uso

Vacanza ai Caraibi in barca a vela: istruzioni per l’uso

Pubblicato Venerdì, 11 Gennaio 2019 11:17

Visite: 64

TURISMO –  Sabbia bianca, palme da cocco, acque turchesi, vulcani e isole deserte…la regione dei Caraibi è la destinazione ideale per coloro che desiderano godersi una vacanza in barca a vela da sogno, sotto il sole e con una moltitudine di spiagge paradisiache a disposizione, bagnate da acque trasparenti e circondate da siti di eccezionale bellezza paesaggistica.

Antille Francesi, Isole Vergini, Antigua, Saint Martin o l’arcipelago delle Grenadine: scegli la meta preferita e vivi in prima persona la vacanza in barca a vela ai Caraibi che sogni da tempo!

Vivere questa esperienza a bordo di una moderna e confortevole barca a vela è infatti il modo migliore per poter scoprire anche le spiagge e le calette più difficili da raggiungere di questo meraviglioso arcipelago, e trovare un relax più intenso grazie ai tanti comfort di bordo.

Nel sud dei Caraibi ad esempio, sono molto popolari le crociere verso l’arcipelago delle Grenadine. In dieci giorni circa, avrai modo di scoprire isole paradisiache come Bequia, Mosquito e St. Lucia, tra l’altro. A Nord invece, potrai muoverti in direzione delle splendide Isole Vergini britanniche. In entrambi i casi si tratta di itinerari adatti per le famiglie (anche con bambini), gruppi di amici o semplici coppie in cerca di natura e avventura.

Vacanza in barca a vela ai Caraibi: informazioni pratiche

Per una crociera in barca a vela nei Caraibi, spesso la base di partenza prescelta è quella dell’Isola di Martinica, della Guadalupa o di Saint-Martin, che sono strategiche in base alla zona in cui si è scelto di navigare. È possibile andare in barca a vela nei Caraibi tutto l’anno, la temperatura è sempre molto piacevole, ma è bene prestare attenzione al periodo che va dalla fine di Agosto agli inizio di Ottobre, mesi che non sono molto raccomandati a causa delle intense piogge e dei possibili cicloni che non è raro si presentino in quel periodo dell’anno. Per questo motivo il periodo maggiormente raccomandato è quello che va da Novembre ad Aprile, proprio perchè il clima è più fresco durante questi mesi e non vi è il pericolo di piogge.

Per quel che riguarda i documenti personali diciamo che gli stati caraibici sono parecchi, e ciascuno ha la propria legislazione. A prescindere dalla destinazione finale, possiamo dire che per una vacanza ai Caraibi è indispensabile avere un passaporto con validità residua di 180 giorni al momento dell’ingresso nel Paese, mentre per il visto la situazione varia da stato a stato.

Nelle varie isole dei Caraibi inoltre, la moneta può essere l’Euro, come ad esempio a Guadalupa e Martinica, il dollaro USA come nelle Isole Vergini o il dollaro dei Caraibi orientali nelle Grenadine. Il costo della vita è leggermente più basso rispetto l’Italia, soprattutto per quel che riguarda generi alimentari quali il pesce fresco e la frutta. Ricordati infine di prelevare in anticipo del denaro da poter cambiare in moneta locale al tuo arrivo. Tuttavia non preoccuparti, la maggior parte delle carte di credito internazionali sono accettate dagli istituti bancari presenti ai Caraibi.

 




  • ItaliaNews

    Post a Comment