Personaggi, storie, ricette: Vito Pinto ed Enzo Landolfi raccontano la …

Personaggi, storie, ricette: Vito Pinto ed Enzo Landolfi raccontano la ...

Personaggi, storie, ricette: Vito Pinto ed Enzo Landolfi raccontano la …

Si chiude sabato 9 dicembre la prima edizione di Praiano racconti maree…, rassegna “non solo” letteraria promossa dall’Associazione Costadamalfiper…, organizzatrice di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, con il patrocinio del Comune di Praiano.

L’appuntamento presso la Chiesa di San Luca, con inizio alle 18, è con “Viaggio inverso. Letterati, artisti e dive sulla Costa d’Amalfi” diVito Pinto, edito da Graus, e con “158.Comuni, ricette, filmati. Salerno una provincia da gustare” di Enzo Landolfi, pubblicato da PrintArt.

Viaggio inverso” racconta, in punta di penna, 40 personaggi celebri, talvolta esuli, che hanno vissuto la “divina” Costiera in tempi e luoghi diversi, tratteggiando di essi ritratti corposi e curiosi, con aneddoti e vicende che non si trovano nelle biografie ufficiali. Poeti, scrittori, artisti e musicisti: ognuno di loro ha amato della Costa d’Amalfi le sue piccole case, le infinite scalinate, e ha tratto ispirazione da questo luogo incantato, quasi fuori dal mondo: si pensi a Richard Wagner, che a Ravello scoprì il suo “magico giardino di Klingsor” per il Parsifal; a Henrik Ibsen, che ad Amalfi trovò l’ispirazione per scrivere “Casa di bambola”; a Roberto Rossellini, che a Maiori inventò “attori” per diversi suoi capolavori cinematografici; a Eduardo De Filippo, che a Positano cercava un ragazzo che recitasse in un suo sceneggiato. Un volume nato dalle pagine del quotidiano “la Città”, con la rubrica omonima “Viaggio inverso” che lo scrittore ha ulteriormente arricchito, riservando ad ogni storia gli spazi propri di un libro.

Di questi protagonisti della nostra storia, ma anche di Greta Garbo e Anna Magnani, John Steinbeck e Salvatore Quasimodo, e di Ibrahim Kodra, grande artista albanese, che a Praiano si soffermava per gustare l’orata al sale cotta in forno di legno, ne parlerà con l’autore Alfonso Bottone, direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it.

Il curatore della dodicesima edizione della Festa del Libro in Mediterraneo snocciolerà poi racconti e ricette contenute in “158. Comuni, ricette, filmati. Salerno una provincia da gustare“, preparate nel corso di altrettante trasmissioni televisive curate dal giornalista Enzo Landolfi, e dal suo staff, in altrettanti comuni a nord e a sud di Salerno ed il cui contenuto, inserito in un idoneo supporto mediale, è stato accluso al testo cartaceo per consentire al lettore anche di vedere in tempo reale le varie fasi di preparazione dei piatti tipici. E’ indubbio che sono proprio i centocinquantotto filmati a fare di questo testo un contenitore di tradizioni non solo gastronomiche della provincia di Salerno.

E partendo proprio dalla tradizione culinaria e dalla Dieta Mediterranea, l’ultima parte della serata si animerà con una serie di suggerimenti del biologo Giovanni Torre sull’alimentarsi in modo sano.

Articoli che potrebbero interessarti




  • ItaliaNews

    Post a Comment