Npl, rischio «bolla» per il mercato dei crediti deteriorati

Npl, rischio «bolla» per il mercato dei crediti deteriorati

Npl, rischio «bolla» per il mercato dei crediti deteriorati

Debitori che non trovano nessuno con cui parlare. Nemmeno quando (sembra strano ma capita) vorrebbero pagare. Giudici che
estinguono le esecuzioni immobiliari perch chi gestisce i crediti in sofferenza non paga i contributi dovuti. Saranno casi
limite, segnalati al Sole 24 Ore, ma basta parlare con chiunque abbia a che fare con il mondo dei crediti in sofferenza
per rendersi conto che un problema esiste eccome: le banche hanno venduto grandi quantit di Npl (oltre 100 miliardi in pochi
anni), ma i soggetti che li hanno comprati troppo spesso non sono dotati di strutture adeguate per gestirli. Gli istituti
di credito avranno insomma alleggerito i loro bilanci, ma il nodo dei crediti deteriorati tutt’altro che sciolto. stato
solo spostato. E considerando che dietro i crediti in sofferenza (chiamati freddamente Npl) ci sono famiglie, imprese e persone,
qualche domanda bisogna porsela: questa massa di prestiti deteriorati davvero finita in buone mani?

Per saperne di più

0

Carica altri




  • ItaliaNews

    Post a Comment