Lavori in piazza a Castiglioncello, nasce il comitato permanente per rinviarli

Lavori in piazza a Castiglioncello, nasce il comitato permanente per rinviarli

Lavori in piazza a Castiglioncello, nasce il comitato permanente per rinviarli

CASTIGLIONCELLO. E’ nato ufficialmente il Comitato permanente per affrontare le varie problematiche di Castiglioncello. Il Comitato è composto prevalentemente da operatori commerciali della zona ed ha già una propria organizzazione: presidente Romeo Gatti del Caffè Ginori, vice –presidente Wilma Matteoli del bar La Piazzetta e segretario Luca Meozzi del negozio di pesca e sport di via Fucini. «Si tratta di un comitato permanente – ha spiegato Romeo Gatti – per affrontare le varie problematiche esistenti a Castiglioncello. A momento abbiamo 25 adesioni ma alcuni operatori hanno le attività chiuse per cui sono stati contattati telefonicamente».

Di certo è che la prima preoccupazione, oggi, sono i lavori di riqualificazione urbana di via Fucini e piazza della Vittoria. Lavori che, come annunciato dall’amministrazione comunale nei giorni scorsi, dovrebbero iniziare la prossima settimana. Troppo tardi, secondo il Comitato che ha il timore che gli interventi possano andare a coincidere con la Pasqua e con la nuova stagione estiva. «Non siamo contrari agli interventi – spiega Gatti – ma siamo molto preoccupati per la tempista. Ciò che il Comitato si propone è di aprire un dialogo con l‘amministrazione comunale per vedere se ci sono spazi per rinviare i lavori».

Durante le assemblee che l’amministrazione comunale ha indetto nei mesi scorsi, “gli operatori avevano chiesto – continua Gatti – che i lavori iniziassero ad ottobre e non a gennaio. Via Fucini e piazza della Vittoria sono zone a rischio. Potrebbe accadere un imprevisto. A quel punto i lavori verrebbero sospesi ed andrebbero a coincidere con la stagione estiva».

Il pensiero corre, ad esempio, ai ritrovamento archeologici che sono avvenuti anni fa durante i lavori di scavo nel castello Pasquini. «Basterebbe un fulmine a ciel sereno – dice Gatti – come sta accadendo in piazza della Repubblica a Rosignano Solvay con il ritrovamento di ordigni, per bloccare i cantieri». Tradotto vorrebbe dire, per i commercianti, sopravvivere tra i disagi proprio durante l’estate, in piena stagione turistica.

«Avevamo chiesto che i lavori iniziassero ad ottobre così da avere più tempo. Adesso chiediamo che vengano posticipati a fine settembre, a termine della stagione estiva. Durante le prime assemblee la presenza degli operatori è stata molto numerosa- continua Gatti – adesso andiamo avanti e sono sicuro che saremo in tanti.

Al comitato infatti potranno aderire anche i dipendenti delle aziende che lavorano a Castiglioncello perché, se un’attività va in sofferenza, a rimetterci sono anche loro». Ieri pomeriggio il comitato si è riunito proprio per affinare i prossimi passaggi. —
 

 

Articoli che potrebbero interessarti




  • ItaliaNews

    Post a Comment