Cronaca Italiana

Il diritto di cronaca online scade, poi censura legittima?

Il diritto di cronaca, in Italia, rischia la scadenza online come i cibi deperibili. Oggi riguarda il caso di un reato contro la persona, domani potrebbe essere applicato a frodi industriali, abusi nei confronti dei consumatori e qualsiasi altro ambito degno di nota per l’opinione pubblica.

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 13161 del 24 giugno, ha confermato la legittimità della decisione del giudice del Tribunale di Chieti (sezione Ortona) che nel 2013 obbligò il “primo quotidiano online d’Abruzzo” – PrimadaNoi.it – a rimuovere e indennizzare un ristoratore al centro di un grave fatto di cronaca risalente al 2008.

Articoli che potrebbero interessarti