Cani pericolosi, vandali, rifiuti: Cassano inasprisce il regolamento di polizia urbana

Cani pericolosi, vandali, rifiuti: Cassano inasprisce il regolamento di polizia urbana

Cani pericolosi, vandali, rifiuti: Cassano inasprisce il regolamento di polizia urbana

CASSANO MAGNAGO – Pene alternative alla sanzione per i minori che danneggiano o imbrattano il patrimonio pubblico, il quadriplicamento della multa per chi abbandona i rifiuti, maggiore severità nei confronti dei proprietari di cani. Sono queste le tre novità più importanti del nuovo regolamento di polizia urbana, approvato all’unanimità dal consiglio comunale di Cassano Magnago.

Vicini litigiosi

Il nuovo regolamento sostiuisce il precedente, risalente addirittura al 1935. Educazione e convivenza civile sono i due cardini attorno cui l’amministrazione ha voluto aggiornare le norme. «In una società perfetta i regolamenti non dovrebbero nemmeno esistere», spiega il sindaco Nicola Poliseno. «Putroppo, su dieci richieste di un incontro nel mio ufficio, otto riguardano questioni tra vicinato. Per il cane che continua ad abbaiare, per la musica troppo alta, per la vegetazione che invade la proprietà altrui, per la macchina parcheggiata dove non si dovrebbe. Questo regolamento cerca di porre un freno promuovendo l’educazione alla legalità e la convivenza civile».

Pene alternative

La principale novità riguarda i minori e la possibiltà di commutare la sanzione in un percorso rieducativo, previa volontà del ragazzo e della sua famiglia. La norma vale in generale ma è stata scritta in particolare per chi viene pizzicato a danneggiare o imbrattare il patrimonio pubblico. Esempi in cui il Comune è riuscito a risalire agli autori ce ne sono stati già nel recente passato, come chi ha divelto le porte della scuola o vandalizzato la bacheca dell’oasi Boza. «Sia chiaro – precisa Poliseno – tutto quello che viene rotto deve essere ripagato, soltanto la sanzione aggiuntiva può essere trasformata in pena alternativa».

Aumentano le sanzioni

La lotta  contro gli sporcaccioni è una delle azioni amministrative che più appassiona Poliseno, tanto da aver conquistato la ribalta nazionale dopo aver riportato a casa di un cassanese il sacchetto abbandonato per strada. «Ora aumentiamo anche la sanzione pecuniaria, passando da 50 a 200 euro. E’una cifra importante che vuole essere un segnale ben preciso». Pugno duro anche per i padroni dei cani che lasciano il proprio animale libero senza guinzaglio e non raccolgono le loro deiezioni. «I controlli ci sono sempre stati, ma ora con maggiore attenzione. Settimana scorsa la polizia locale ha fatto i primi tre verbali. Su viale delle Rimembranze abbiamo trovato una persona con un rottweiler libero. E’ un comportamento inaccettabile».

Cassano polizia urbana – MALPENSA24




  • ItaliaNews

    Post a Comment